VEDI TRAILER

TITANE

di Julia Ducournau

Con Vincent Lindon, Agathe Rousselle, Garance Marillier, Lais Salameh, Dominique Frot.

Titolo originale . Drammatico (colore). Durata 108 min. Francia, Belgio 2021 ( I Wonder Pictures)

TITANE

 

Alexia ha una placca di titanio conficcata nel cranio a causa di un incidente passato. Ballerina in un ‘salone di automobili’, le sue performance erotiche la rendono preda facile degli uomini, che l’approcciano senza mezze misure. Ma Alexia uccide con un fermaglio chi si avvicina troppo e colleziona omicidi che la costringono a fuggire e ad assumere l’identità di un ragazzo, Adrien, il figlio scomparso dieci anni prima di un comandante dei pompieri. Lei è una macchina programmata per uccidere che cerca un rifugio, lui una divisa programmata per salvare vite che ha disperatamente bisogno di prenderla per qualcun’altro. Tutto li separa ma poi qualcosa improvvisamente li unisce per sempre.

Cinque anni dopo Raw, debutto ‘incisivo’ e oggetto insolito che giocava beatamente con le attese del genere horror, Titane le riduce in cenere, superando ogni limite e cortocircuitando codici e stereotipi.

Titanio è il nome del metallo che serve per fare le protesi ma è anche la resistenza che la protagonista oppone al mondo. Perché Alexia non ama gli umani e li uccide meccanicamente come un Terminator. Bionda e implacabile, si avvicina e si struscia (fino all’orgasmo) soltanto contro le carrozzerie fredde delle vetture.

Julia Ducournau, autrice che conferma il suo stordente talento visivo e la singolarità del suo universo, al confine con la serie B, accompagna la sua eroina con un uomo che ha il corpo di Rambo e si fa di dolore e steroidi. Due ‘mostri’ del cinema (anni Ottanta) si incontrano e generano una nuova umanità, un nuovo film di carne e metallo che evoca le sperimentazioni organiche del primo Cronenberg e, dall’altra parte dello spettro cinefilo, il gesto per il gesto di Leos Carax, soltanto più triviale. ‘Alla guida’ c’è addirittura Bertrand Bonello, il regista francese interpreta nel film il padre atono di Alex che provoca involontariamente il suo incidente.

Programmazione film
Cinema Méliès – en plein air - Via della Viola n. 1
SPETTACOLI del 20 agosto
sabato 20
  • 21:30