D’ESSAI D’INVERNO

“Un uomo senza sogni, senza utopie, senza ideali, sarebbe un mostruoso animale, un cinghiale laureato in matematica pura”.
( Fabrizio De André)
 L’inverno è arrivato: al Cinema Méliès di Perugia partirà, dal prossimo 25 gennaio, D’Essai D’Inverno, la rassegna stagionale di cinema d’autore, indipendente e irregolare,
ideata e realizzata da CineGatti con la collaborazione di Arci Perugia; riprenderà la sua
programmazione alternativa anti-mainstream, con dei titoli originali e alternativi.
Durante tutto il periodo invernale, verranno a trovarci diversi registi, per promuovere e far conoscere un Cinema che, rimasto fuori dalle logiche commerciali, quindi Fuori dagli Sche(R)mi, non ha nulla da invidiare ai blockbuster che il mercato attuale cerca sempre più di propinarci. La rassegna vuole essere un atto di “disobbedienza”, per non essere inglobati in un modo di vedere e pensare comune.
Un Cinema Fuori Moda, quindi, che si ostina ad andare controcorrente, che s’illude, forse, di risvegliare nei più una coscienza civica. Una rassegna dedicata a quel pubblico affezionato, che non si arrende e non rimane in superficie, ma cerca di esplorare nuovi e diversi punti di vista.
Giovedì 25 gennaio , aprirà la rassegna l’atteso film di Claudia Cipriani, la quale, insieme ad Anpi Bonfigli Tomovic, presenterà “DI VITA NON SI MUORE”, docufilm sulla breve e intensa vita di Carlo Giuliani.
Venerdì 26 gennaio, “TUTTI I CANI MUOIONO SOLI”, di Paolo Pisanu (che presenterà la sua opera prima in sala). Un padre e una figlia si riuniscono e cercano di recuperare il tempo perduto ore 21,00
Giovedì 1° febbraio, ancora un omaggio al Cinema di Claudia Cipriani: sarà la volta di“PINO – VITA ACCIDENTALE DI UN ANARCHICO”.
Lunedì 5 febbraio, “LA CHIOCCIOLA”, con il regista Roberto Gasparro, che ci parlerà del tema degli hikikomori, termine giapponese che indica le persone che hanno deciso di
“stare in disparte”, di isolarsi dalla società.
Giovedì 8 febbraio, “SISTERS”: il film racconta di Anastasija e Diana, due sorelle che vivono in un orfanotrofio e vengono a sapere che una famiglia americana è intenzionata ad adottarle. Diana non vede l’ora di trasferirsi negli Stati Uniti, mentre Anastasia è meno entusiasta. Quando Alla, la loro madre biologica da cui sono state allontanate, si riaffaccia nelle loro vite, Anastasia fa di tutto per stabilire un rapporto con lei, ma Alla ha altri piani.
Giovedì 15 febbraio, il regista Ciro Formisano presenterà il suo ultimo film “L’ANIMA IN PACE”, la storia di una giovane scontrosa che nasconde un’anima gentile.
Martedì 20 febbraio, Giovedì 29 febbraio e Giovedì 7 marzo, saranno presentati tre titoli sul tema #finevita. “MARE DENTRO”, di Alejandro Amenabar, aprirà la minirassegna, con la presenza di Laura Santi, attivista dell’Associazione Luca Coscioni che combatte in prima linea e sulla propria pelle per il diritto sacrosanto di poter scegliere.
Il film in visione pomeridiana alle 18,30; a seguire, dibattito. ​Modera la serata Alessandro Riccini Ricci.
“AMOUR” di Michael Haneke e “LE INVASIONI BARBARICHE” di Denys Arcand saranno gli altri due titoli scelti per sensibilizzare sulla questione dell’eutanasia.
 L’8 marzo non potevamo non riproporre il film “bandiera” di questa stagione cinematografica, essendo diventato il vero e proprio caso cinematografico dell’anno (ce ne fossero sempre, su questa tematica): per concludere l’inverno e aprirci alla “Primavera D’Essai ” , sarà programmato il film di Paola Cortellesi “C’É ANCORA DOMANI”.
 Tutti i film, a grande richiesta, verranno programmati con doppio spettacolo alle ore 18,30 e 21. (Mare Dentro ore 18,30 e 21,45).