Comunicato Stampa Frontone 2024

Squadra vincente non si cambia!

La CineGatti si è aggiudicata, insieme al Cinema Zenith, la gara di appalto per la gestione estiva dei Giardini del Frontone per i prossimi due anni
Ebbene sì, quest’anno, tra elezioni, cambi di amministrazioni e chi più ne ha, più ne metta, c’era in ballo anche la convenzione (scaduta) con il Comune di Perugia per la gestione degli antichi giardini perugini.
Dopo oltre quindici anni di gestione diretta, la CineGatti dei fratelli Gatti, stavolta insieme a Riccardo Bizzarri, altro storico esercente cinematografico perugino, ha pensato bene di unire le forze e proporsi come “nuovi” gestori degli antichi giardini.
L’idea era nell’aria già da tempo, ma per realizzarla le due attività hanno aspettato che uscisse il bando per gareggiare insieme, costituendo una RTI.
Forte sinergia anche quest’anno con il Bar del Frontone, gestito da dieci anni da Francesco Nicoletti del T-Trane Record Store.

L’unione di più soggetti, e il relativo “mutuo soccorso” tra di essi, permetterà alle storiche attività cinematografiche, che nel corso dell’anno tengono vive altre strutture nelle vie del centro storico di Perugia, di aiutarsi l’un l’altra per permettere a Perugia di avere tanti cinema sparsi per la città, fari sociali per evitare l’inevitabile degrado che è sempre dietro l’angolo.
La nuova gestione, quindi, si propone come modello per non far chiudere i cinema di quartiere, ma anzi, grazie a una programmazione coordinata tra esercenti, permettere a tutti di rimanere aperti.
Una strategia anche politica per la salvaguardia della città, con la quale gli esercenti invitano tutte le associazioni e attività culturali a fare rete e promuovere i propri eventi.

Il modus operandi di quest’anno è molto simile a quello degli anni passati.
Grazie ai social, CineGatti, con la supervisione di Margherita Manenti, ha fatto scegliere ai clienti affezionati il palinsesto dei film.
Fra gli ospiti che graviteranno al Frontone ci piace citare: Matteo Svolacchia, con il suo “Tinganica”, che praticamente aprirà la serie di eventi che si terranno ai Giardini, “L’Umbria che Spacca” e tanto altro ancora.

Anche quest’anno, fino a metà settembre, la vincente iniziativa ministeriale “Cinema Revolution”: l’affezionato pubblico perugino potrà gustarsi i film europei con soli euro 3,50; gli altri film si potranno vedere con posto unico a 6 euro.
Per i bambini, prezzo speciale a 5 euro.
Di seguito, la prima parte del programma.