VEDI TRAILER

Paddington 2

di Paul King

Con Hugh Grant, Hugh Bonneville, Brendan Gleeson, Sally Hawkins, Julie Walters, Jim Broadbent, Peter Capaldi, Richard Ayoade.

Titolo originale Paddington 2. Animazione (colore). Durata 95 min. Regno Unito, Francia 2017 (Eagle Pictures)

Paddington 2

Paddington vuole trovare il regalo perfetto per il centesimo compleanno di zia Lucy: lei ha fatto tanto per lui e vuole dimostrarle la sua gratitudine. Il libro pop-up di Madame Kozolska sui luoghi principali di Londra sembra fare al caso suo e il piccoletto in montgomery è pronto a lavorare sodo per recuperare i soldi necessari ad acquistare quel cimelio. Peccato che un ladro arrivi prima di lui, sottragga il volume dal negozio di antiquariato del signor Gruber e faccia ricadere la colpa proprio su Paddington, che finisce dietro le sbarre come un criminale comune.

Toccherà ancora una volta ai Brown, a Mary e Henry, ai loro figli Judy e Jonathan, e all’inossidabile signora Bird, dimostrare l’innocenza dell’orso, con l’aiuto dei nuovi amici in divisa a strisce, che Paddington ha saputo farsi e portare dalla propria parte, nonostante la proverbiale durezza dell’ambiente carcerario.

Dopo il meritatissimo successo del primo film, Paul King torna a scrivere e dirigere un secondo capitolo dedicato alla creatura di pelo inventata da Michael Bond e si fa aiutare, in fase di soggetto e sceneggiatura, da Simon Farnaby, già suo prezioso sodale per Bunny and the bull (nonché irresistibile figurante in entrambi i film dell’orso). Il risultato è spassoso e spericolato e non c’è dubbio che rinnoverà la fortuna della prima volta.

A tratti, King sembra persino inutilmente preoccupato di riprendere alcuni momenti del capitolo precedente, come la gag degli spazzolini nelle orecchie, quella del passato da rubacuori del signor Brown o anche il suo monologo pubblico in difesa del piccolo grande orso, interpretando il sequel quasi come un franchise, ma, in realtà, non è in queste ripetizioni che si ritrova il gusto migliore del Paddington cinematografico.
È piuttosto a livello grafico che la continuità tra primo e secondo capitolo si segnala come una buona, buonissima notizia. Paddington 2 non perde, cioè, la sua caratteristica migliore: quella riserva di invenzioni visive, quel mix di formati, quel gioco di bricolage e paratestualità che fa dei due film degli oggetti a loro modo artigianali e trasforma anche questo secondo nell’esatto equivalente di un libro pop-up.

Programmazione film
PROGRAMMAZIONE
TERMINATA